Vincenzo Cicogna

Protezione, crescita e finanza personale

Risparmiare e investire: come farlo nel modo giusto

Risparmiare ed investire

Se non si guadagna molto e si riesce a malapena a pagare le bollette, l’idea di risparmiare denaro potrebbe sembrare ridicola. Quando si vedono rimasti 5 euro alla fine del mese, perché preoccuparsi di provare a risparmiare? Perché tutti devono iniziare da qualche parte e, se si inizia a farlo, è probabile che la situazione finanziaria migliori nel tempo. Risparmiare denaro vale lo sforzo. Dà tranquillità, offre opzioni e più si risparmia, più facile diventa accumulare ulteriori risparmi.

A proposito ne ho parlato anche nell’ultima puntata del mio podcast.

Perché si dovrebbe risparmiare denaro

L’importanza del risparmio è semplice: permette di godere di una maggiore sicurezza nella propria vita. Se si dispone di contanti accantonati per le emergenze, si ha un ripiego in caso di imprevisti. E, se si hanno dei risparmi accantonati per spese discrezionali, si è in grado di correre dei rischi o provare cose nuove. Buoni motivi per risparmiare denaro, giusto?

Cosa sono i risparmi?

Il risparmio si riferisce al denaro che una persona ha lasciato dopo aver sottratto la spesa dei consumatori dal reddito disponibile in un determinato periodo di tempo. Il risparmio, quindi, rappresenta un surplus netto di fondi per un individuo o una famiglia dopo che tutte le spese e gli obblighi sono stati pagati. I risparmi sono conservati sotto forma di contanti o equivalenti di liquidità (ad esempio come depositi bancari), che non sono esposti a rischi di perdita, ma presentano anche rendimenti minimi.

I risparmi possono essere aumentati investendo, il che richiede che il denaro sia messo a rischio, tuttavia.

Capire il risparmio

I risparmi comprendono la quantità di denaro rimanente dopo la spesa. Le persone possono risparmiare per vari obiettivi o aspirazioni di vita come la pensione, l’istruzione universitaria di un figlio, l’acconto per una casa o un’auto, una vacanza o molti altri esempi.

I risparmi possono essere comunemente destinati alle emergenze.

Se uno non è in grado di mantenere i risparmi, si può dire che è una persona che vive grazie al proprio stipendio e basta. Se una persona del genere vive un’emergenza, spesso non c’è abbastanza denaro risparmiato per sopravvivere e può rischiare di indebitarsi o fallire.

Quanto si dovrebbe risparmiare ogni mese?

Molte fonti consigliano di risparmiare il 20% del proprio reddito ogni mese.

Secondo la popolare regola 50/30/20, si dovrebbe riservare il 50% del proprio budget per beni essenziali come l’affitto e il cibo, il 30% per la spesa discrezionale e almeno il 20% per i risparmi. (Il merito della regola 50/30/20 va alla senatrice Elizabeth Warren, che secondo quanto riferito la insegnava quando era una professoressa di bancarotta.)

Siamo d’accordo con la raccomandazione di risparmiare il 20% del proprio reddito mensile. Ma non è sempre così semplice suggerire la giusta percentuale di reddito da salvare per sé stessi.

Se, ad esempio, di possiede un reddito elevato, sarebbe saggio mantenere basse le spese e risparmiare una percentuale molto maggiore del proprio reddito.

D’altra parte, se risparmiare il 20% del proprio reddito sembra non plausibile, o addirittura impossibile al momento, non vogliamo che nessuno si senta frustrato. Salvare qualcosa è sempre meglio di niente.

Ma se si vuole avere la possibilità di essere sicuro fino alla vecchiaia e di avere qualche soldo in più per le cose che si desiderano, i numeri suggeriscono che il 20% è il numero che vorresti raggiungere o superare.

Dove si dovrebbero tenere i propri risparmi?

L’apertura di un conto di risparmio online è un ottimo modo per iniziare a risparmiare. Si possono trovare alcune delle migliori tariffe online e l’accesso ai tuoi fondi può essere effettuato da qualsiasi parte del mondo.

Se si è entrati già in eredità, si è in possesso di un bonus sul lavoro o realizzato un profitto vendendo la propria casa, avere soldi extra ti dà la possibilità di aumentare i tuoi risparmi e forse raggiungere un obiettivo, come risparmiare per un acconto su una nuova auto. Ma decidere il posto migliore dove riporre i propri soldi non è sempre facile.

Certo, tutti vogliono un po’ di ritorno sui propri soldi, ma il rendimento non è la prima considerazione. Si dovrebbe cercare un posto molto sicuro dove mettere i soldi, con un alto grado di liquidità e una spesa di investimento minima, afferma Kent Grealish, un pianificatore di investimenti a pagamento presso Grealish Investment Counseling a San Mateo, in California. Il ritorno sull’investimento potrebbe essere un fattore, ma è inferiore nell’elenco a breve termine.

“Il rendimento non è molto rilevante perché ottieni ciò che ottieni. Non vuoi inseguire il rendimento e rinunciare alla sicurezza o alla liquidità “, afferma Grealish

Con questo in mente, ecco alcune opzioni da considerare:

  • Conto di risparmio ad alto rendimento: ideale per un facile accesso e per guadagnare interessi superiori alla media
  • Certificato di deposito (CD): ideale per guadagnare un tasso fisso
  • Conto del mercato monetario: ideale per coloro che desiderano privilegi di scrittura di assegni
  • Conto corrente: ideale per conservare il reddito disponibile
  • Buoni del tesoro: ideali per saldi di risparmio superiori a $ 250.000
  • Obbligazioni a breve termine: ideali per coloro che stanno bene con più rischi in cambio di rendimenti più elevati
  • Opzioni più rischiose (azioni, immobili e oro): le migliori per chi cerca investimenti a lungo termine

Risparmiare denaro e investire denaro sono cose completamente diverse, con scopi diversi e ruoli diversi nella tua strategia finanziaria. Assicurarsi di essere chiari su questo concetto fondamentale prima di iniziare il viaggio verso la creazione di ricchezza e la ricerca dell’indipendenza finanziaria è fondamentale.

Anche con un grande portafoglio, si corre comunque il rischio di perdere tutto se non si apprezza il ruolo della liquidità nel tuo portafoglio. Bisogna scoprire come trovare il giusto equilibrio tra il risparmio di denaro e l’investimento di denaro.

Qual è la definizione di risparmio di denaro?

Risparmiare denaro è il processo di mettere da parte i contanti e parcheggiarli in titoli o conti estremamente sicuri. Il denaro è anche liquido, il che significa che è possibile accedere ai contanti in un lasso di tempo molto breve, di solito solo pochi giorni al massimo.

 Questi tipi di account possono includere:

Conti correnti, conti di risparmio, buoni del Tesoro degli Stati Uniti, conti del mercato monetario (ma non sempre fondi del mercato monetario poiché è necessario esaminare attentamente le partecipazioni e la struttura).

Soprattutto, le riserve di liquidità devono essere presenti quando le si raggiungono; sono disponibili per l’uso immediato con un ritardo minimo, indipendentemente da ciò che accade intorno. Molti famosi investitori facoltosi in realtà suggeriscono di tenere nascosti molti contanti da qualche parte di cui si è a conoscenza (ovviamente all’oscuro da tutti) anche se ciò comporta una grave perdita.

Solo dopo aver tenuto conto della conservazione del capitale ci si dovrebbe preoccupare di considerazioni secondarie per il denaro che si è congelato nei risparmi, vale a dire, tenere il passo con l’inflazione.

Qual è la definizione di investire denaro?

Investire denaro è il processo di utilizzo del proprio denaro, o capitale, per acquistare un’attività che si ritiene abbia una buona probabilità di generare un tasso di rendimento sicuro e accettabile nel tempo. L’obiettivo di investire è ovviamente quello di rendere la persona più ricca, anche a costo di subire volatilità, magari anche da anni.

I veri investimenti sono supportati da una sorta di margine di sicurezza, spesso sotto forma di beni o guadagni del proprietario. I migliori investimenti tendono ad essere “asset produttivi”, come azioni, obbligazioni e immobili.

Quanto si dovrebbe risparmiare rispetto a investire?

Risparmiare denaro dovrebbe quasi sempre venire prima di investire denaro. Bisogna considerarlo come il fondamento su cui è costruita la propria casa finanziaria. Il motivo è semplice: a meno che si non erediti una grande quantità di ricchezza, sono i risparmi che forniranno a ciascuno di noi il capitale per alimentare i propri investimenti.

Se i tempi si fanno difficili e si necessitano contanti, probabilmente venderai gli investimenti nel momento peggiore possibile. Questa non è una ricetta per diventare ricchi.

Come regola generale, i risparmi dovrebbero essere sufficienti a coprire tutte le spese personali, inclusi mutuo, pagamenti di prestiti, costi assicurativi, bollette, cibo e spese di vestiario per almeno tre sei mesi. se si perde il lavoro, si potrà avere tempo sufficiente per sistemare la propria vita senza l’estrema pressione che deriva dallo stipendio vivente allo stipendio.

Solo dopo che queste cose sono a posto – e si dispone di un’assicurazione sanitaria – si dovrebbe iniziare a investire. 

L’unica eccezione possibile è investire denaro in un piano al lavoro se la propria azienda lo permette. Non solo si otterrà una sostanziale detrazione fiscale per aver investito denaro nel tuo conto pensione, ma i fondi corrispondenti rappresentano fondamentalmente denaro contante gratuito che si guadagnerà.

Esistono misure di protezione contro i fallimenti sostanziali per le attività detenute all’interno di un tale conto nel caso in cui si dovesse andare completamente in bancarotta.

Probabilmente potrà sembrare scoraggiante ora, ma ogni persona che si è fatta da sola di successo ha dovuto iniziare guadagnando denaro, spendendo meno di quanto ha guadagnato, prendendo quei risparmi e mettendoli a lavorare per loro.

Iniziando a seguire dei suggerimenti per capire come gestire al meglio i propri soldi con disciplina, si potrà godere di alcune delle stesse ricompense del successo.

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto